Vuoi ricevere un preventivo per avere i dati dei comuni e degli enti pubblici?
migliaia di dati (email, telefoni, fax, sitiweb, coordinate geografiche, localita e frazioni, etc etc)
Per averli chiedi un preventivo
Spazio informativo e pubblicitario
.. la tua PUBBLICITA' su www.guidacomuni.it ..
.. Hai selezionto il ..
Comune di:
.. Orzivecchi ..


.. Dati Informativi ..

Provincia:

Brescia

Regione:

Lombardia

Zona Geografica:

Italia Nord-Occidentale

Tipo di Territorio:

pianura interna

Sito Web:

http://www.comune.orzivecchi.bs.it/

.. Storia ed informazioni ..

pagine 3
Storia
Nella zona sono stati rinvenuti resti di epoca romana. Vi fu eretta una pieve (di Bigolio) che cess˛ la sua importanza alla fine del '300. Dal Mille la zona fu feudo dei Martinengo e ancora nel '200 Orzivecchi, sede di castello, era considerato dipendenza del Comune di Brescia. Nel 1610, come si apprende dal Catastico del Lezze, il paese contava circa duemila abitanti e la campagna dava grano e lino; funzionavano due mulini, uno dei Martinengo e l'altro della comunitÓ. Nel paese operava una delle ventotto fabbriche di salnitro che rifornivano di munizioni ed esplosivi la flotta veneziana. Il segretario di Scipione Maria Martinengo, Galeazzo dagli Orzi, Ŕ l'autore de "La massera da bÚ", stampata a Brescia nel 1554. Di Orzivecchi Ŕ anche Giuseppe Pastori, ricco agricoltore che alla morte, avvenuta nel 1885, lasci˛ un ingente patrimonio a sostegno dell'istituto agrario di Brescia, che porta il suo nome.

Origine del nome
Come per Orzinuovi, pu˛ derivare da "urceus" (orcio), come testimonia un documento del 1120 che parla di uomini "Urceorum" del castro di San Giorgio.



Cenni Artistici

Pieve di Bigolio

dedicata a Santa Maria e San Lorenzo, sita in aperta campagna. Eretta nel 1100 in stile romanico, fu nel '300 abbandonata dall'arciprete e dal capitolo dei canonici. Interessante un bassorilievo raffigurante forse la Sepoltura della Madonna.


Chiesa della Disciplina

con una TrinitÓ e santi del Cossali.


Chiesa del Suffragio

con una tela del Carloni.


Palazzo Martinengo

del quale rimane solo una serie di portici ad alte arcate. In alcune stanze sono stati riportati in luce affreschi con scene di vita agreste e pastorale.


Parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo

costruita a metÓ '700 su progetto del Corbellini ed affrescata da Carlo Carloni. Conserva, tele di Giovan Battista Moroni e Grazio Cossali.





Gli studiosi di storia locale sono ormai concordi nell'indicare la zona dove ora si trova la Chiesa della Madonna della Pieve di Orzivecchi, come la localitÓ dove in epoca Romana sorgeva il famoso "VICUS OLLEI" o borgo d'Oglio.
Questo era un piccolo villaggio abitato dai primi colonizzatori Romani, unificato sotto un campo, ed era un punto di riferimento per tutti i fondi agricoli sparsi nella zona. Gli abitanti della pianura circostante si recavano al "Vicus" per finalitÓ religiose, economiche ed amministrative.
Con la diffusione del Cristianesimo e l'inizio delle grandi bonifiche Benedettine sui resti del tempio pagano del "Vicus Ollei" nacque la Pieve di Bigolio dedicata a S. Maria Assunta e a S. Lorenzo; la Pieve si sostituý in tutto e per tutto al Vicus diventando il centro della vita economica e religiosa di un vasto territorio che comprendeva le cappelle, ora Parrocchie, di Ludriano, Roccafranca, Orzivecchi, Pompiano, Gerolanuova, Coniolo.... continua

.. Contattare Metropolis ..
Tel. +39.02 9068421 - e-mail: loris.loschi@guidacomuni.it
Le informazioni qui presenti sono tratte dai siti web del comune trovati in rete