Vuoi ricevere un preventivo per avere i dati dei comuni e degli enti pubblici?
migliaia di dati (email, telefoni, fax, sitiweb, coordinate geografiche, localita e frazioni, etc etc)
Per averli chiedi un preventivo
Spazio informativo e pubblicitario
.. la tua PUBBLICITA' su www.guidacomuni.it ..
.. Hai selezionto il ..
Comune di:
.. Sant'elena ..


.. Dati Informativi ..

Provincia:

Padova

Regione:

Veneto

Zona Geografica:

Italia Nord-Orientale

Tipo di Territorio:

pianura interna

Sito Web:

http://www.comune.santelena.pd.it/

.. Storia ed informazioni ..

pagine 3
..... anti Santi, opera del grande pittore dell'ultimo Cinquecento Veneto Palma il Giovane, collaboratore del Tiziano e del Tintoretto.
Tra le proprietà dei Conti de' Cumani, "la Barchessa" costituisce un esempio fondamentale di architettura rurale. Costruita nel secolo XVI, dotata di ampio scoperto e annessi rustici, primeggia per l'ampio respiro della sua struttura planimetrica ed architettonica nell'elegante succedersi degli archi del vasto lungo porticato, con mattoni a vista, alti soffitti e capriate. La grande aia è stata lastricata, in epoca più recente, con tavelle in cotto. Di recente acquisizione da parte dell'amministrazione Comunale di Sant'Elena, la Barchessa è destinata ad ospitare edifici pubblici e le infrastrutture per lo svolgimento della massima parte delle manifestazioni dell'attività culturale del paese.
La Chiesa di Sant'Elena fu fondata dai Monaci di S. Benedetto Novello di Padova, appartenenti all'Ordine dei Monaci di Monte Oliveto Maggiore. Fu edificata verso la fine del '400 e subì nei secoli ampliamenti ed abbellimenti che la portarono alla struttura attuale nel primo ventennio del 1800. In quattro dei sei altari si trovano pale di pittori famosi del '700.
E' intitolata a Sant'Elena e a Santa Francesca Romana. Il suo interno è caratterizzato da linee decorative purissime, grande luminosità, in perfetto stile neoclassico. L'edificio è costantemente mantenuto in ottimo stato di conservazione.
La fornace di laterizi detta La Fornace, situata a est del paese, ai confini col territorio di Solesino, fu fondata da Andolfo Gaspare poco dopo la metà dell'Ottocento, passò poi alla famiglia Gagliardo. Fu una delle più importanti fabbriche della Bassa: occupava 62 operai ed era dotata di forno Hoffmann. Rappresenta, con la svettante ciminiera alta decine di metri, un esemplare di architettura industriale da salvare e recuperare quale simbolo della produttività della gente della Bassa Padovana.
Costituita il 5 febbraio 1899, con la denominazione di "Cassa Rurale di Prestiti di Sant'Elena d'Este", l'istituto bancario di Sant'Elena svolse un ruolo fondamentale per la crescita economica del paese e del territorio.
La sua sede provvisoria fu inizialmente la Canonica. Dopo la II Guerra, la Cassa si trasferì nell'imponente edificio di fine '800 della centrale Via Roma per trovare definitiva sistemazione nel latifondo della Cumana, davanti a Villa Miari de' Cumani.
Essa svolse la funzione di polo accentratore di tutte le attività agricole, artigiane e della piccola industria. Inserita nella dinamica trainante del principio corporativistico, ampliò il proprio raggio di azione e oggi, con la decina delle sue filiali sia nella Bassa che nell'Alta ha intessuto rapporti con tutti gli operatori economici del Padovano.
La Banca del Credito Cooperativo di Sant'Elena ha il merito di dare respiro alle energie locali, contribuire solidamente allo sviluppo del patrimonio e favorire la volontà imprenditoriale.

Santa Elena

Madre dell'Imperatore Costan.... continua

.. Contattare Metropolis ..
Tel. +39.02 9068421 - e-mail: loris.loschi@guidacomuni.it
Le informazioni qui presenti sono tratte dai siti web del comune trovati in rete